Rimani sempre aggiornato sulle notizie di valsangro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Il punto sul Campionato

La sintesi della 6° Giornata del Girone B di Prima Categoria

| di Boperdue
| Categoria: Sport | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

IL PUNTO SUL CAMPIONATO

Pioggia di gol (record stagionale, 29 fatti in totale) per quel che concerne la sesta giornata di campionato nel girone B di prima categoria. In un turno caratterizzato dall’assenza di anticipi e posticipi, la copertina se la prende il neo promosso Atletico Cupello che, con una grossa prestazione corale, riesce ad espugnare il fortino dell’Ortona: passato in vantaggio al 10’ con Marino, la truppa di mister Carbonelli subisce il pareggio ad opera del solito Del Peschio, il quale trasforma un penalty al 38’; ma in un secondo tempo lottato e nervoso, dove fioccano cartellini, i rossoblù piazzano il colpo da tre punti grazie al rapace Luciano che, intorno alla mezzora, regala il gol vittoria ai suoi, bravi anche a resistere al forcing finale gialloverde in 10 (espulso Del Bonifro). Per gli alto vastesi si tratta della prima vittoria esterna in stagione, per il team del presidente Buzzelli Ascolano, invece, del secondo tonfo casalingo, entrambi arrivati con le due neo promosse e non sfruttando la superiorità numerica.

Continua la marcia il Lanciano, che non sbaglia e rifila una pesante cinquina al malcapitato Paglieta al “Biondi”: i rossoneri hanno vita facile anche per le pesanti assenze dei biancoazzurri, sbloccando subito il match già al 6’ con Petrone, seguito 4 minuti più tardi da Sardella; la prima parte di gara si chiude sul 3-0, grazie all’incornata di Natalini in chiusura di frazione; nella ripresa il copione non cambia e i frentani vanno a segno altre due volte con Sardella e Quintiliani, che arrotondano il punteggio e mandano in fuga la capolista.

Al secondo posto sale l’Orsogna che, a Castelfrentano, si sbarazza della Tollese senza grossi patemi, anche perché i biancoazzurri sono già avanti di tre gol nella prima mezzora di gioco (a segno Di Nardo, Sferrella e Iarlori); in apertura di ripresa gli ospiti provano a rientrare in gara, andando in rete con Spoltore ma Barone, nel finale, ristabilisce le distanze. Continua il gran momento di forma dell’Athletic Lanciano, capace di imporre la prima sconfitta stagionale allo Scerni, tra l’altro nell’impianto amico del “Di Vittorio”: gli uomini di mister Pasquini trovano il vantaggio dopo pochi minuti, con lo sfortunato autogol di Muratore, propiziato da Verì, per poi trovare, agli albori della ripresa, il raddoppio decisivo di Fischio; i volenterosi rossoblù di mister Di Martino non ci stanno e reagiscono, riuscendo, però, solo a dimezzare lo svantaggio, allo scadere, con Farina, incappando, quindi, nel primo ko di questo campionato.

Per i rossoneri, la classifica si fa sempre più bella, poiché il successo sullo Scerni serve per agganciare l’Atessa (che riposava) al terzo posto e a soli 3 punti dai cugini primi in classifica.  Batte un colpo anche il Vasto Marina che, tornato a giocare nello storico impianto di “San Tommaso”, riesce ad avere la meglio di un combattivo Fresa non senza fatica: all’intervallo, mister Ascatigno torna negli spogliatoi con un rassicurante doppio vantaggio, grazie alla doppietta di bomber Vasiu (uno su rigore), ma, alla ripresa delle ostilità, scende in campo un Fresa arrembante che, nel giro di 4 minuti, perviene al pareggio con i centri di Giuseppe Tracchia, su rigore, e Di Laudo, in gol al 57’ e al 61’; tuttavia, gli ospiti non hanno tempo per esultare in quanto, un minuto più tardi, l’esperto Di Gennaro riporta in vantaggio gli aragonesi; ci pensa poi Natarelli a chiudere definitivamente la gara, con gli ospiti che finiscono in 10 per l’espulsione di Di Laudo.

A chiudere il quadro di giornata, ci sono due scontri decisivi per la salvezza, entrambi con finale al cardiopalma. A San Vito, il Roccaspinalveti riesce ad espugnare il “Tommaso Verì” all’ultimo respiro, grazie al secondo sigillo stagionale di Simone Piccirilli, il quale firma il blitz biancoverde nella tana dei biancoazzurri e regala al presidente Passucci una pesante vittoria in chiave salvezza.

Nell’altro match della zona calda, a Celenza è una vera e propria girandola di emozioni che si chiude con un epilogo dal sapore Hollywoodiano: apre le danze Tritapepe, al 6’, che porta avanti gli ospiti dal dischetto ma, al 14’, Samba trova il gol del pari per i biancoazzurri; la truppa di mister Bucci, fanalino di coda e ancora a secco di punti, non ci sta e riesce a trovare il nuovo vantaggio al 27’ con D’Ovidio; ciò nonostante, il Celenza perviene nuovamente al pareggio 10 minuti più tardi, con lo stesso Samba e chiudendo la frazione in parità. Quando Serafini, intorno all’ora di gioco, trova il sorpasso dei padroni di casa, sembra tutto finito per i gialloverdi ed, invece, al minuto 96 arriva l’inaspettato pareggio dal bomber che non ti aspetti, Campitelli, terzino sinistro dei villesi, che guasta la festa ai trignini e regala il primo punto in classifica ai suoi.

 

Boperdue

Contatti

redazione@valsangro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK