Rimani sempre aggiornato sulle notizie di valsangro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Maxi multa a ristoratore in Val di Sangro: otto dipendenti su undici senza contratto

Gli ispettori del lavoro hanno comminato al ristoratore 16mila euro di sanzioni più la sospensione dell'attività

| di Armando Travaglini
| Categoria: Attualità
STAMPA

Ristoratori nei guai in Val di Sangro dopo la visita degli uomini dell’ispettorato del lavoro carabinieri di Chieti e del Nucleo operativo e radiomobile di Atessa. I controlli effettuati dagli ispettori hanno permesso di portare alla luce una situazione di pesante illegalità. Otto lavoratori su undici erano assunti senza regolare contratto.

Tra i dipendenti irregolari figuravano anche due stranieri e un minorenne con la mansione di cameriere. Subito sono scattate le multe per i titolari del ristorante e la sospensione dell’attività poiché la percentuale dei lavoratori in nero eccedeva il 20% del totale.

Le sanzioni applicate dalle forze dell’ordine sarebbero di oltre 16mila euro, di cui una parte sarebbe già stata pagata dall’azienda che ha evitato così la chiusura temporanea dell’attività.

Non finisce qui. Un aiuto cuoco, di origine magrebina ed anch’egli tra gli irregolari, percepiva mensilmente il reddito di cittadinanza per una somma pari a 1266 € per un totale finora di 30 mila euro di soldi pubblici.

Ora l’uomo è stato denunciato alla procura della Repubblica di Lanciano e segnalato all’INPS affinché provveda alla revoca del sussidio e al recupero delle somme indebitamente accreditate.

Armando Travaglini

Contatti

redazione@valsangro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK