Partecipa a Val Sangro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Stretta finale sulle vaccinazioni in provincia di Chieti

La Asl Lanciano-Vasto-Chieti mette in campo le ultime mosse per ultimare la campagna vaccinale anti Covid nella nostra provincia

Condividi su:

Stretta finale sulla vaccinazione in provincia di Chieti. Settembre sarà decisivo per raggiungere l’80 per cento di popolazione immunizzata, obiettivo fissato dal Generale Figliuolo più che raggiungibile, visto che al momento la Asl Lanciano Vasto Chieti viaggia su una media pari al 72%.

E a tal fine viene messa in campo una strategia che si arricchisce oggi di altre due mosse: l’apertura del nuovo hub al Pala Colle dell’Ara, a Chieti, e l’arrivo di un nuovo team mobile della DIfesa che sarà operativo nei comuni dove il tasso vaccinale non ha ancora raggiunto il 70%.

La struttura, messa a disposizione dal Comune, è operativa da ieri mattina, e fioccano già le prenotazioni per le prime dosi, soprattutto da parte dei giovani, ai quali è stato rivolto un caloroso appello da parte delle autorità intervenute per un breve momento inaugurale.

Erano presenti l’Assessore alla Salute Nicoletta Verì, il Prefetto di Chieti Armando Forgione, il sindaco Diego Ferrara nella doppia veste anche di medico vaccinatore, il Generale Saverio Pirro, delegato da Figliuolo a seguire le attività vaccinali in Abruzzo, il Colonnello dei Carabinieri Salvatore Falvo, dirigente del Servizio Sanitario della Legione e coordinatore dei Drive Through Difesa in supporto a Ministero della Salute.

Dai rappresentanti delle istituzioni, dunque, è arrivato il forte richiamo a vaccinarsi indirizzato agli scettici e agli indecisi, che possono cogliere in modo particolare l’opportunità rappresentata dall’ampia offerta di posti liberi sulla piattaforma Poste, in special modo nell’hub di Colle dell’Ara dove la prima dose può essere somministrata già dal giorno seguente alla prenotazione.

Al momento nel capoluogo sono stati vaccinati poco più di 34 mila cittadini su 47 mila residenti, con percentuali comprese tra il 67% e il 90% nelle diverse categorie di età.

Più bassa quella riferita ai giovani tra 12 e 19 anni, l’ultima in ordine di tempo a essere stata autorizzata, e che offre ancora margini di miglioramento ampi.

Sono quattro i militari tornati a supporto della campagna vaccinale in provincia di Chieti, guidati dal Tenente Antonia Quarantiello, e presentati questa mattina in occasione dell’apertura del nuovo Hub di Chieti.

Da domani saranno operativi sul territorio, prioritariamente nei paesi ancora sottovaccinati, in locali messi a disposizione dal Comune o già in uso alla Asl per le proprie attività.

Si parte da Palena, dove il team si fermerà per tutta la mattina, dalle 10 alle 13, mentre sarà ad Atessa dalle 14.30 e alle 17.30 (in allegato le date già fissate per le prime tre settimane).

Il programma è stato condiviso anche con i Sindaci nell’ambito del Tavolo prefettizio che è tornato a riunirsi proprio in vista del nuovo impulso da dare alla campagna vaccinale anche grazie all’importante supporto del Team mobile della difesa.

Agli amministratori e ai medici di medicina è stato chiesto di promuovere con tutti i mezzi l’iniziativa, informando i cittadini dell’opportunità di vaccinarsi con il team mobile senza necessità di prenotazione; l’invito è rivolto a tutte le categorie di età, e anche ai residenti in altri Comuni.

Noi ce la mettiamo tutta per fare la nostra parte - ha sottolineato Schael - ma abbiamo ancora bisogno di aiuto per sensibilizzare le persone sull’importanza della vaccinazione per la salute collettiva. Siamo vicini all’obiettivo, è l’ultimo miglio, e possiamo farcela continuando a lavorare fianco a fianco con le comunità locali, come avvenuto in questi lunghi mesi”.

Condividi su:

Seguici su Facebook