Rimani sempre aggiornato sulle notizie di valsangro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Un piatto povero, dal sapore antico: il "cif e ciaf"

Dalla tradizione contadina un piatto gustoso e adatto alle temperature invernali

| di Francesca Torriero
| Categoria: Enogastronomia
STAMPA
VAL DI SANGRO - Una ricetta tradizionale, di origine contadina e tipica di questo periodo è senza alcun dubbio il "cif e ciaf".

Durante le feste di Natale, era usanza nei giorni più freddi dell'anno, procedere alla preparazione di un piatto "povero" a base di carne di maiale, dopo aver preparato bistecchine, salsicce, e insaccati vari, in compagnia di tutti i parenti e il tutto diventava un'occasione di festa.

Anche oggi, in molte case questa tradizione continua a perpetuarsi e noi ve la riproponiamo:

INGREDIENTI per 4 persone:
1 kg di guanciale di maiale;
1 kg di petto di maiale con osso;
Aglio, rosmarino e peperone secco a piacimento;
3 bicchieri di acqua;
2 bicchiere di olio extravergine di oliva;
1 bicchiere di vino bianco per sfumare;
Sale q.b.

PREPARAZIONE:
In un tegame basso, e capiente,  immergere nell'acqua e nell'olio la carne tagliata a pezzetti e lasciar evaporare l'acqua a fuoco lento per circa 1 ora e mezza, girando di tanto in tanto.

Una volta che la carne inizia a rosolare, aggiungere aglio, rosmarino e peperone e poco dopo il vino bianco, senza coperchio, continuando a girare.

Una volta sfumato il vino bianco, mettere il coperchio e finire la cottura sempre a fuoco basso per circa un'altra mezz'ora.

Il piatto è pronto... buon appetito!
 
 

Francesca Torriero

Contatti

redazione@valsangro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK