Partecipa a Val Sangro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

11 novembre: la Festa di San Martino di Tours

Storie e usanze abruzzesi di un giorno molto speciale

Condividi su:

L'11 novembre, anche in Abruzzo è molto sentita la Festa di San Martino. È un'importante ricorrenza che unisce la liturgia cristiana alla tradizione contadina legata all'apertura delle botti di vino novello e ai piaceri della buona tavola. Anche il poeta Giosuè Carducci si ispirò a questa data per comporre una delle sue poesie più celebri, “San Martino”

Martino di Tours fu un vescovo cristiano che visse nel IV secolo d.C.Nato in Pannonia, una regione dell'Impero Romano che ora corrisponde in parte alla moderna Ungheria, fu un soldato e venne spedito in Gallia (attuale Francia) e lì avvenne il fatto che gli cambiò l'esistenza. Secondo la tradizione, infatti, durante una ronda a cavallo, Martino notò un mendicante che tremava per il freddo. Mosso a pietà, Martino tagliò il suo bel mantello (la cappa militare) a metà e lo condivise con il pover'uomo. Quella stessa notte gli comparve in sogno Gesù Cristo.

Dopo questo episodio Martino, che non era battezzato, intraprese il cammino della Fede e divenne un cristiano a tutti gli effetti. Dopo vent'anni passati a servire l'Impero, Martino decise infine di lasciare l'esercito e dedicarsi alla vita monastica. Martino divenne vescovo di Tours nel 371 d.C, Fece costruire monasteri, curò le anime dei suoi fedeli e, secondo la tradizione cristiana, compì diversi miracoli. Morì l'8 novembre 397 d.C, ma il funerale fu celebrato tre giorni dopo e infatti la sua festa cade proprio l'11 novembre.

Tanti sono i riti e le usanze della tradizione contadina in questo giorno. In questi giorni nei vigneti si aprono le botti per i primi assaggi del vino "novello", da qui il detto: "a San Martino ogni mosto diventa vino" e in antichità era pratica comune in questo giorno rinnovare i contratti agricoli e tenere grandi mercati di bestiame.

L'11 novembre è anche conosciuta come Estate di San Martino, poiché di solito in quella settimana d’autunno il clima si fa più mite e non è raro incontrare giornate molto soleggiate.

In Abruzzo, terra di ottima produzione di vino e dalla salta tradizione contadina, l’appuntamento con il giorno di San Martino di Tours, l’11 novembre, è ancora molto importante, in ricordo delle grandi feste che nei vari borghi venivano svolte con grandi banchetti, vino nuovo e castagne. 

 Ad Atessa l'11 è il giorno della “processione delle ‘ndorce”, grandi ceri votivi, che secondo la tradizione servono a scongiurare la siccità e propiziare il buon esito dei raccolti

A Casoli (CH) si festeggia con il corteo de "le ciuocchele", vecchi barattoli di stagno e pietre, trascinate per le strade del borgo, accompagnato da musica folkloristica, vino novello e caldarroste.

Nel pescarese, a San Valentino in Abruzzo Citeriore, è famosa l’antica processione degli animali con le corna.

Dove poter rivivere la Festa di San Martino in Abruzzo? Ecco i principali eventi. 

Novello e Castagne 11-12-13 novembre- Miglianico (Ch)

Borgo Rurale 12-13 novembre Treglio (Ch) 

San Martino Wine & Sound 12-13 novembre Villa Celiera (Pe) 

San Martino per le vie del Borgo 12 novembre Silvi (Te)

Sagra di San Martino 10-11-12-13 novembre a Nereto (Te) 

Festa di San Martino 11 novembre Tornimparte (Aq) 

Castagne, Vino & Musica 11 novembre Piazza d’Arti – L’Aquila

Deguscanno 11-12.13 novembre Scanno

In Molise invece: San Martino nelle Vecchie Cantine 12 novembre Civitanova del Sannio e Castagne e Vino Novello 12 novembre a Casacalenda

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook