Partecipa a Val Sangro

Sei già registrato? Accedi

Password dimenticata? Recuperala

Europee: Sigismondi, “Primato per FdI in Abruzzo”

Ecco il commento del senatore abruzzese e segretario regionale del partito di Giorgia Meloni

Redazione
Condividi su:

“Le elezioni europee segnano un grandissimo risultato per Fratelli d'Italia in Abruzzo che si conferma primo partito con il 33,33 per cento dei consensi, rappresentando il miglior risultato di sempre nella nostra regione in termini percentuali. Prima della campagna elettorale avevamo posto come obiettivo soddisfacente la conferma della percentuale ottenuta in Abruzzo alle politiche, che era del 27,67 per cento ed è dunque motivo di grande compiacimento il superamento di tale soglia, oltre cinque punti percentuali”. Lo ha dichiarato il senatore abruzzese e segretario regionale di Fratelli d'Italia, Etelwardo Sigismondi.

“Il dato del partito in Abruzzo - aggiunge - rappresenta il risultato più alto nel collegio elettorale del meridione e il terzo risultato più alto a livello nazionale dopo Veneto e Friuli. Il risultato di Fratelli d'Italia in Abruzzo, superiore del 4,5 per cento rispetto alla media nazionale, dimostra l'apprezzamento che gli abruzzesi nutrono nei confronti del lavoro svolto dal governo Meloni, in Parlamento, in Regione Abruzzo e dalla classe dirigente locale. Importante anche il risultato del nostro giovane candidato Nicola D'Ambrosio che, al suo esordio in una campagna elettorale così importante, ha ottenuto circa 31.000 preferenze personali, piazzandosi nono nella lista di Fratelli d'Italia”. 

Un risultato “ancor più significativo”, per Sigismondi, "considerando che è stato superato solo da candidati provenienti da regioni più popolose e quindi teoricamente più avvantaggiate. A Nicola va un ringraziamento speciale per la straordinaria campagna elettorale condotta su tutto il collegio elettorale, così come ai giovani di Gioventù Nazionale e Azione Universitaria e a tutta la classe dirigente abruzzese per lo storico risultato conseguito", conclude il senatore. 

Condividi su:

Seguici su Facebook