Partecipa a Val Sangro

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Atessa. Nuova edizione di Corti Antiche con grandi novità

L'edizione 2022 di Corti Antiche sarà all'insegna di grandi novità in fatto di sostenibilità ambientale

Condividi su:

Ci aspetta un profondo rinnovamento in tema di ambiente e sostenibilità nell’edizione 2022 di Corti Antiche ad Atessa, il percorso di scoperta enogastronomica ed urbana della città sangrina. 

Da anni questo evento attira migliaia di cittadini e turisti nelle vie e piazzette di Atessa per degustare prodotti tipici e sapori del territorio accompagnati da concerti, spettacoli teatrali e di danza nonché allestimenti d’arte.

Quest’anno l’edizione è inserita nel cartellone estivo tra le quattro serate dedicate alle feste patronali in onore di San Leucio da Brindisi. L’appuntamento è per martedì 16 agosto a partire dalle ore 19:00 con importanti novità. 

Innanzitutto la manifestazione, nella quale l’amministrazione comunale di Atessa ha creduto fortemente per valorizzare la bellezza del centro storico, sarà incentrata sul tema dell’Acqua in tutte le sue forme e criticità legate al suo consumo ed utilizzo.

Inoltre, non sarà più necessario, come nelle edizioni precedenti, ottenere il biglietto unico ma nelle 7 postazione si potrà acquistare il piatto con un buon calice di vino, della birra o da ottimi distillati. 

A seguire la Coop Gaia, a cui è stata affidata la regia e l’organizzazione di Corti Antiche 2022, ha introdotto azioni per ridurre l’impatto ambientale dei festeggiamenti. 

Tra le principali ci sono l’utilizzo di stoviglie in materiale 110% biodegradabile o compostabile nonché l’uso da parte dei ristoratori di tovagliato in stoffa e utensili in materiale riciclabile, la vendita negli stand di bottigliette riciclabili con l’invito ai partecipanti di portare borracce riutilizzabili, la scelta di preparare prodotti tipici a km 0 allo scopo di sostenere l’economia locale e la messa a disposizione di navette per raggiungere il centro storico. 

A sostenere questa scelta è stata anche l’assessore alla cultura, Ilenia Tumini, che afferma: “Torna Corti Antiche con un evento che si rinnova attraverso nuove proposte di qualità rivolte ad un pubblico le cui esigenze sono cambiate dopo la pandemia che ha sconvolto la nostra quotidianità e il nostro modo di vivere la socialità. “

“Si punta sulla qualità dei prodotti tipici del territorio e sulla varietà degli spettacoli offerti.  – aggiunge l’assessore Tumini - Vogliamo costruire, a partire da questa edizione, un evento che sia anche a misura di bambino: ci saranno degli spazi e degli spettacoli per le bambine e i bambini e menù dedicati ai più piccoli. Corti Antiche è diventato un punto di riferimento tra gli eventi estivi del nostro territorio e crediamo fortemente che possa essere un momento attraverso il quale veicolare temi importanti legati all’inclusione dei più piccoli, all’ambiente e alla valorizzazione della nostra città attraverso le sue eccellenze enogastronomiche, storiche, architettoniche e culturali.”

A spiegarci la nascita di questa nuova edizione è Patrizia Di Tondo, presidente della Coop Gaia, che sottolinea come “La nuova edizione di Corti Antiche dimostri quanto sia importante fare squadra per preservare la bellezza e valorizzare il territorio: sono sette i ristoratori coinvolti nella preparazione dei piatti, quattro le cantine che partecipano con vini di qualità e produzioni biologiche, saranno presenti produttori di birra artigianale e liquori.”

“I piatti proposti sono stati pensati ed elaborati a partire dai prodotti di qualità delle aziende locali. – spiega la Di Tondo - Abbiamo costruito un evento pensando alla bellezza delle corti che saranno vestite a festa e racconteranno il tema di quest’anno: l’Acqua con le sue forme e le criticità legate al suo consumo sostenibile.”

“Ci saranno – prosegue la presidentessa - tra le vie e le piazze del centro storico spettacoli di musica e teatro: sarà una grande festa popolare come nelle precedenti edizioni ma continuiamo con la grande sfida di coniugare il divertimento con la sostenibilità ambientale. Nasce da qui la collaborazione per questa edizione con Legambiente e con Conapi e gli apicoltori locali per sensibilizzare sulla necessità di salvaguardare l’acqua e la biodiversità.”

“La sfida ambiziosa che abbiamo raccolto è quella di trasformare Corti Antiche in un evento virtuoso in ottica green. – dichiara, infine, la segretaria regionale di Legambiente Abruzzo, Rebecca Virtù - Il percorso per raggiungere questo obiettivo era già iniziato con le precedenti edizioni perché, come la pandemia ha dimostrato, un cambio di paradigma è necessario ed urgente e deve essere trasversale. La transizione ecologica dei grandi e piccoli eventi, nel rispetto dei parametri di tutela dell’ambiente, è un obiettivo possibile.” 

“L’edizione 2022 di Corti Antiche è una tappa importante del percorso di cambiamento virtuoso che auspichiamo prosegua nel prossimo futuro. Come Legambiente - conclude la segretaria Virtù - abbiamo scelto di partecipare perché attraverso un evento di festa, a cui ogni anno partecipano tante persone, possiamo comunicare messaggi importanti legati alla sostenibilità ambientale e dimostrare che anche questa tipologia di manifestazioni si possono organizzare nel pieno rispetto dell’ambiente.”

Condividi su:

Seguici su Facebook