Rimani sempre aggiornato sulle notizie di valsangro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Riunito per la prima volta il Tavolo regionale dell'Automotive

Si sono aperte questa mattina le attività del tavolo regionale sul settore Automotive della nostra regione

| di Armando Travaglini
| Categoria: Attualità
STAMPA

Si è riunito questa mattina per la prima volta il Tavolo Regionale dell’Automotive, che ha l’obiettivo di mantenere sempre alta l’attenzione su un settore strategico per l’economia della nostra regione e per la vita di migliaia di abruzzesi.

Al tavolo hanno preso parte l’assessore allo sviluppo economico, Daniele D’Amario, il Polo Innovazione, i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl, i vertici di Arap, Sangritana, Confindustria regionale e Confindustria Chieti-Pescara, i sindaci di Atessa e San Salvo.

“Questo è un tavolo di programmazione e non un tavolo di crisi" con questa premessa ha aperto il tavolo l’assessore D’Amario.

"Dobbiamo avere davanti – ha continuato l'assessore – un quadro completo dei problemi, trovare le soluzioni ma soprattutto condividere le politiche di sviluppo.”

“Avere contezza che si apre per l'Abruzzo una fase importante della propria economia – ha proseguito - ed è per questo che nel settore industriale più importate della regione dobbiamo essere capaci di assicurare la competitività del sistema produttivo verso le nuove sfide della transizione ecologica e delle nuove frontiere della propulsione elettrica".

La transizione verso l’ecologico è un passaggio particolarmente delicato per l’economia dell’Automotive ma non solo, per l’intera economia del nostro paese.

"Ci vuole quella stabilità necessaria che garantisca da un lato il giusto apporto a politiche di investimento e dall'altro la tenuta degli impianti produttivi.

“In tutto questo – ha ribadito l'assessore ai componenti del tavolo regionale – centrale deve rimanere il problema della tenuta occupazionale, componente dalla quale non è possibile discostarsi proprio per evitare pericolose cadute di competitività, ma soprattutto per mantenere quell'equilibrio sociale indispensabile per garantire il giusto terreno allo sviluppo e al progresso.”

Armando Travaglini

Contatti

redazione@valsangro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK