Rimani sempre aggiornato sulle notizie di valsangro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Atessa: Fichi, tradizione e identità per la “Festa de li Squacciafìchere”

Sabato 12 agosto la XII edizione a cura dell’Associazione Atessa Ventunesimo Secolo

| di Redazione
| Categoria: Territorio
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

ATESSA – una festa che unisce nello spirito della tradizione ma soprattutto dell’appartenenza, è tutto pronto per la XII edizione della “Festa de li Squacciafìchere” nella serata di sabato 12 agosto in Piazza Garibaldi tra stand gastronomici, musica e intrattenimento.

Evento ideato e curato dall’Associazione Atessa Ventunesimo Secolo che da tempo si occupa delle iniziative di promozione e valorizzazione del fico e che da anni collabora con il progetto “Ficusnet” insieme alle città che hanno riscoperto e dato nuova vita alla produzione del frutto all’interno del proprio territorio.

Il tema è senza dubbio il fico, con specialità gastronomiche e qualche sperimentazione culinaria, ma soprattutto un evento che unisce tutti nel segno di un’identità che caratterizza Atessa, dove la coltivazione dei fichi si pratica sin dall'antichità. Una tradizione che ha lasciato il segno ed anche un soprannome, quello di Squacciafìchere, da custodire e portare avanti ora che il Fico Secco Reale di Atessa è uno dei Presidi della condotta Slow Food.

Cibo per tutti i gusti, dalle ore 20.30 l’apertura degli stand di ristoratori locali che hanno ideato piatti e sfiziosi abbinamenti a tema, con la possibilità di scegliere un menù con pietanze dall’antipasto e fino al dolce, da pagare con la valuta atessana coniata proprio per l’occasione.

Come da tradizione l’appuntamento è anche con la musica live, dalle 21.30 sul palco N’Duccio e la sua orchestra “Sentimento Agricolo”.

Non mancherà alle 22.00 uno dei momenti più importanti, l’assegnazione del premio Squacciafìchero D.O.P. al personaggio che ha portato il nome di Atessa al di fuori del proprio territorio, contribuendo a rinsaldare quel legame con la propria terra facendone un vanto oltre i suoi confini.

Tutte le informazioni anche sulla pagina Facebook Atessa Ventunesimo Secolo

Redazione

Contatti

redazione@valsangro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK