Rimani sempre aggiornato sulle notizie di valsangro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Il punto sul campionato

La sintesi della 33^ giornata del girone B di 1 categoria

| di Bobo Ianni
| Categoria: Sport | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

IL PUNTO SUL CAMPIONATO

Penultima giornata nel girone B di prima categoria che regala il verdetto più importante. Infatti, dopo una lunga cavalcata, festeggia la vittoria del campionato la Virtus Ortona, corsara allo Zappacosta di Casalincontrada dopo un match pirotecnico: i gialloblù di mister Bonelli, già salvi da tempo, onorano l’ultimo impegno casalingo e passano addirittura in vantaggio, al minuto 8, con Lolli; i gialloverdi non si scompongono e trovano il pari al quarto d’ora con il ventitreesimo gol stagionale di Antonio Del Peschio. I padroni di casa continuano a lottare e tornano a condurre ad inizio ripresa, ancora una volta con bomber Lolli, il quale sigla il suo sedicesimo sigillo di questo campionato. Sotto di un gol, e con il fiato sul collo dell’Athletic, l’Ortona reagisce e chiude la pratica nell’ultimo quarto d’ora grazie alla doppietta di Bouba Diompy, il quale ristabilisce la parità, alla mezzora, e poi beffa Montanaro con un elegante lob al minuto 95, negli ultimi secondi di gara, dando il via ai festeggiamenti della truppa di mister Brettone, che se ne va meritatamente in promozione, dove raggiunge i cugini dell’Ortona calcio. Dunque, l’Athletic Lanciano è costretto a giocarsi i play off. ininfluente, infatti, il tennistico punteggio con il quale i rossoneri regolano il già retrocesso Atletico Francavilla, un 6-0 a senso unico per quella che resta l’unica vittoria interna di questo turno. All’Esposito, i frentani passeggiano sui villesi siglando tre gol per tempo, andando ripetutamente a bersaglio con la doppietta di Chiarini e Barone nel primo tempo, seguiti da Farina, Pagano e Silveri nella ripresa. Mister Fischio resta così al secondo posto ed è obbligato a vincere nell’ultima giornata, domenica prossima, quando i lancianesi andranno a fare visita al Palena, ormai fuori dai discorsi di promozione, poiché, in caso di non vittoria, l’Athletic finirebbe terzo, subendo il sorpasso dell’Atessa Mario Tano, nel caso di successo interno sul Rapino. I rossoblù di mister Farina tengono il passo e, sull’ostico campo di Casalbordino, ottengono la vittoria esterna contro un Real Casale motivatissimo e ancora in corsa per evitare i play out: dopo un primo tempo poco giocato, in cui l’Atessa colpisce una traversa con Bucceroni, è Del Roio a sbloccare il match con una gran giocata, dopo che anche i giallorossi avevano centrato un montante con Picciotti. Prima del triplice fischio, allo scadere, il subentrato De Cillis raddoppia con un tocco sotto misura, permettendo ai draghi di espugnare la tana del Real Casale e di rimanere in corsa per il secondo posto, utile per disputare gli spareggi tra le proprie mura. Per i ragazzi di mister Di Martino, invece, tutto rinviato a domenica prossima: se arrivasse una vittoria a San Vito e il Celenza non dovesse vincere a Roccaspinalveti, i casalesi sarebbero matematicamente salvi, condannando i trignini alla retrocessione diretta senza passare per i play out. Sicuro del quarto posto il Rapino, che espugna il proibitivo campo del Palena, quest’ultimo costretto a dire addio al treno dei play off: le aquile neroverdi si portano in vantaggio, al quarto d’ora, con Bubacarr, ma il solito Di Falco, alla mezzora, ristabilisce l’equilibrio con cui si chiude la prima frazione. Nel secondo tempo, però, D’Urbano piazza la giocata decisiva che assicura gli spareggi per la promozione agli alto chietini, lasciando a mani vuote mister De Vitis, alla terza sconfitta interna del campionato. Non si placa il momento d’oro del Roccaspinalveti, corsaro anche all’Amoroso di Pretoro con il secondo 2-4 consecutivo fuori casa, nell’unico anticipo di giornata: i roccolani subiscono un disastroso avvio, andando sotto di due gol a causa della doppietta di D’Alessandro, ma al rientro dagli spogliatoi è Simone Piccirilli a suonare la carica e, con due reti, riequilibra le sorti del match; la furia dell’undici di mister Travaglini non finisce qui e il risultato viene ribaltato da Della Penna, con un magistrale calcio di punizione da posizione proibitiva, e Roger Fabiano, i quali  fanno pendere la bilancia in favore degli ospiti, che tra l’altro colpiscono anche due legni. In caduta libera il Trigno Celenza, sconfitto sonoramente in casa per 1-6 dalla Tollese, che con questo successo tiene accese le flebili speranze di rientrare nella griglia play off, sempre se il Lanciano non vinca a Palena: Morano, Di Girolamo, Quintiliani, Iarlori, Aielli e Leone gonfiano la rete per i biancorossi, mentre il gol della bandiera locale arriva solo oltre il novantesimo con Moroianu. Mister Paolucci è dipendente dagli altri campi, mentre mister Felice deve assolutamente vincere a Roccaspinalveti, per poter sperare di agganciare i play out, così da potersi giocare le sue carte per la salvezza a Casalbordino. Chiudono il quadro due pareggi tra squadre ormai senza obiettivi: al Di Vittorio di Scerni, i rossoblù del presidente Lazzaro restano a lungo in vantaggio per effetto del terzo gol stagionale di Lupo ma, al 93’, il Fresa perviene al pari su calcio di rigore, trasformato con freddezza dal classe 2000 Thomas Di Biase, il quale regala l’ultimo punto di una stagione in chiaroscuro per i biancorossi, che chiudono qui il campionato, poiché domenica prossima osserveranno il turno di riposo. Infine, finisce con il risultato ad occhiali la sfida tra Paglieta e San Vito, unico 0-0 di giornata, senza grossi scossoni.

 

                          

Settimanale a cura di BOPERDUE

Bobo Ianni

Contatti

redazione@valsangro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK