Rimani sempre aggiornato sulle notizie di valsangro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Atessa ok a Casalbordino con due gol nella ripresa

Ci pensano Del Roio e De Cillis a scacciare la paura dei giallorossi

| di Bobo Ianni
| Categoria: Sport | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

REAL CASALE ATESSA M.T. 0-2

Importante vittoria dell’Atessa in quel di Casalbordino, che serve per consolidare la terza posizione e rimanere in corsa per il secondo posto, piazzamento utile per disputare i play off sul proprio terreno di gioco.

I rossoblù si presentano nella tana di un Real Casale in buona condizione e deciso a fare bottino pieno per allungare definitivamente sul Trigno Celenza oltre le dieci lunghezze, così da condannare alla retrocessione i trignini e conquistare la salvezza diretta, senza passare dalle forche caudine dei play out.

Mister Farina deve fare a meno dello squalificato Caruso e opta per un ordinario 4-4-2 con: capitan Forlani a difesa della propria rete; Spinelli, Vitullo, Di Sante e Rossi in terza linea; Iannone e Pili interni di una linea mediana comprendente le ali D’Ortona e Del Roio; coppia d’attacco costituita da Bucceroni e Vasiu.

Dopo i primi minuti di studio, la gara, caratterizzata da un forte vento, inizia a movimentarsi al 7’, con la battuta a sorpresa di un calcio piazzato dal casalese De Cillis, lesto a servire sulla sinistra Tallarino, il quale crossa al centro e, complice la deviazione di Vitullo, il pallone attraversa pericolosamente tutta la porta passando vicina alla linea e spegnendosi sul fondo.

La risposta degli ospiti arriva un minuto più tardi con il tentativo da fuori di Bucceroni che finisce fuori bersaglio. Lo stesso Bucceroni si rende molto più pericoloso al 14’ quando, su cross delizioso d’esterno di Spinelli, aggancia in piena area e supera l’estremo di casa Paolucci con un morbido pallonetto; il portiere è battuto ma è la traversa ad impedire la gioia all’attaccante atessano.

Al 22’ il Real torna ad affacciarsi in avanti con l’assolo di Graziano Di Biase, bravo a tagliare in due la difesa ospite convergendo da destra a sinistra e, una volta entrato in area, calciando sul primo palo con il sinistro, trovando il riflesso di Forlani.

L’ultima emozione da parte dell’Atessa arriva poco dopo la mezzora, per effetto del piazzato dal limite di Pili che ha una buona traiettoria ma risulta troppo debole per spaventare il ben appostato Paolucci.

La frazione si chiude con la palla gol più nitida creata dai locali, proprio allo scadere, con il suggerimento dalla sinistra dell’attivissimo Di Biase che pesca sul secondo palo Dell’Osa, il quale calcia di prima intenzione esaltando i riflessi di Forlani, provvidenziale nel respingere il piattone del numero sette di casa.

Al rientro dall’intervallo, l’Atessa alza il proprio baricentro e torna in campo molto più spigliata, caricando a testa bassa alla disperata ricerca del vantaggio, mentre il Real Casale resta ben ordinato e non disdegna di attaccare ogni qualvolta c’è ne occasione.

Apre il tempo il terrificante bolide piazzato da distanza siderale di Picciotti, favorito dal vento, che si infrange sulla parte alta della traversa e finisce sul fondo, andando a pareggiare il conto dei legni tra le due formazioni.

Il contrattacco dei rossoblù arriva appena dopo con il traversone del subentrato Zinni (che aveva rilevato D’Ortona nel corso del primo tempo per un problema al ginocchio) che trova la deviazione volante di Rossi, anche se il suo tocco finisce al di sopra del montante difeso da Paolucci. Sarà una delle ultime giocate di Rossi, di lì a poco sostituito da Tudovschi.

 

Con l’ingresso dell’italo ucraino, l’Atessa aumenta la pressione, andando effettivamente a segno al quarto d’ora grazie alla deviazione di Vasiu, che trasforma in oro il bel cross dal fondo di Zinni; per il direttore di gara, però, il tocco dell’attaccante è con il braccio, annullando la segnatura tra le proteste degli ospiti.

Passano due minuti e l’Atessa insiste con la conclusione dal limite di Pili, sul quale Paolucci risponde presente, respingendo con i pugni l’insidioso fendente.

I tempi sono maturi e l’Atessa passa meritatamente in vantaggio al minuto 67: verticalizzazione improvvisa di Iannone per Bucceroni, il quale gioca di sponda per l’accorrente Del Roio; il sette atessano finta il tiro, portandosi il pallone sul sinistro e, dopo aver eluso due marcature, calcia in piena area con il sinistro; Paolucci tocca ma non basta e il pallone finisce nel sacco, per il boato del pubblico di fede rossoblù.

Mister Di Martino non ci sta e spinge i suoi all’assalto, provocando la reazione più nitida alla mezzora, allor quando lo scarico di Tallarino propizia il tiro dalla distanza del subentrato Sallese, che lascia partire un missile mancino sul quale Forlani deve distendersi e prodigarsi in un intervento non facile, deviando la sfera in corner.

Nell’ultimo quarto di gara i giallorossi si sbilanciano in avanti, senza tuttavia concludere in maniera efficace in zona gol e, oltretutto, scoprendo il fianco alle ripartenze atessane.

A sette minuti dal termine finisce la partita di Del Roio, richiamato in panca da mister Farina, che inserisce De Cillis, terzo cambio dopo l’avvicendamento tra Spinelli e Caldi. Occasione per gli ospiti poco più tardi, con il cross dalla destra di Tudovschi per Bucceroni, il quale, dal vertice sinistro dell’area, rientra sul destro ma spara sul fondo.

È il preludio al raddoppio dei draghi, che si concretizza al minuto 89: ennesima ripartenza dell’Atessa, con il pallone che arriva a Iannone; il mediano controlla e sforna un bel filtrante per Vasiu, il quale scatta sul filo del fuorigioco e, entrato in area, calcia a botta sicura, centrando in pieno Paolucci; la palla resta vagante ed è raccolta da De Cillis, che non spreca e ribadisce nella porta ormai sguarnita per il definitivo 0-2. Terzo gol stagionale per il centrocampista classe 1989, che non segnava dal lontano 18 novembre scorso. Tutti i suoi gol, curiosamente, sono arrivati in trasferta.

Non succede nient’altro e, dopo cinque minuti di recupero, il triplice fischio decreta la vittoria esterna numero nove in campionato per l’Atessa, corsara anche a Casalbordino in un campo reso ostico sia dalle condizioni climatiche che dai volenterosi ragazzi di mister Di Martino, a cui vanno gli onori delle armi pur restando a mani vuote.

Domenica prossima ci sarà l’ultima giornata di campionato: l’Atessa deve vincere, nell’impegno casalingo con il Rapino, e sperare in una non vittoria dell’Athletic a Palena per piazzarsi al secondo posto e disputare i play off in casa, mentre il Real Casale è atteso al Tommaso Verì di San Vito, dove è costretto a vincere e pregare in una concomitante sconfitta o pareggio del Trigno Celenza a Roccaspinalveti, per poter festeggiare la salvezza senza bisogno dei drammatici play out.

BOPERDUE

Bobo Ianni

Contatti

redazione@valsangro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK