Rimani sempre aggiornato sulle notizie di valsangro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Vittoria dell'Atessa a Francavilla

Triplo Vasiu e Bucceroni fanno espugnare gli atessani ma troppa sofferenza

| di Bobo Ianni
| Categoria: Sport | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

ATLETICO FRANCAVILLA ATESSA M.T. 2-4

L’Atessa fa il suo dovere e batte l’ultimo della classe, l’Atletico Francavilla, a domicilio. Eppure, qualche problema, sicuramente evitabile, i rossoblù se li sono creati da soli, riuscendo nell’impresa di complicare una gara che, fino a metà ripresa, era in totale controllo.

La Mario Tano doveva indiscutibilmente vincere per dare continuità agli ultimi risultati e il compito, di certo, non era dei più ardui, ma l’aria di Francavilla, specie quella del Valle Anzuca, che evoca una mai digerita tragedia sportiva ai tempi dell’eccellenza, fa riaffiorare spettri e timori che fanno rischiare davvero forte gli atessani.

Manca all’appello Ermanno Russi che, nell’ultimo giorno di mercato, ha chiesto e ottenuto la cessione alla Virtus Castelfrentano, in seconda categoria, chiudendo l’esperienza in rossoblù dopo 7 anni e 73 gol realizzati. Mister Farina resta fedele al 4-3-3 e schiera la miglior formazione possibile, poiché gli unici indisponibili sono i lungodegenti Flocco, Manzone, Scutti e Cericola: Forlani tra i pali; Spinelli, Vitullo, Luciani e Rossi nel quartetto difensivo; De Cillis vertice basso, con Caruso e D’Ortona mezzali; Bucceroni e Del Roio attaccanti esterni, pronti a rifornire la boa centrale, l’ex Fresa Admir Vasiu, il quale ha già debuttato in casacca rossoblù mercoledì pomeriggio in coppa Abruzzo, segnando una doppietta.

L’Atessa parte subito forte e riesce a sbloccare il match subito, al minuto 16, proprio con Vasiu, il quale riceve dal limite, penetra tra le maglie della difesa villese e supera l’estremo locale con una conclusione secca.

Dopo essere passati a condurre, i rossoblù legittimano il vantaggio schiacciando costantemente l’Atletico nella propria metà campo, impedendogli di uscire e di servire il proprio giocatore – allenatore Ciro Cozzolino, tra l’altro ex di turno, ricordato con affetto dal popolo atessano per i bei trascorsi.

Alla mezzora, gli ospiti trovano il meritato raddoppio e il protagonista è sempre Admir Vasiu, il quale stavolta delizia il pubblico con un meraviglioso calcio piazzato dai 25 metri, carico di effetto, che trova una traiettoria imprendibile per il numero uno villese.

Prima del rientro negli spogliatoi, al minuto 43, i draghi dilagano trovando il tris della sicurezza con Luca Bucceroni, puntuale allo stacco di testa, trasformando in oro un traversone dalla sinistra. Urlo liberatorio per l’attaccante classe ’88 (al primo sigillo in campionato), che non segnava addirittura dal 9 settembre scorso, nel primo turno di coppa Abruzzo.

La ripresa si apre seguendo la falsa riga del primo tempo, con i padroni di casa che non riescono ad uscire dal proprio guscio e gli ospiti a gestire tranquillamente il risultato, non senza dimenticare di attaccare.

Infatti, nel primo quarto d’ora, l’Atessa si divora due occasioni clamorose con D’Ortona e Bucceroni, con quest’ultimo che si ritrova tutto solo di fronte al portiere ma, nell’ultimo controllo, si allunga il pallone divorandosi una colossale palla gol. Poco dopo, il solito Vasiu sfiora la tripletta, negata solo dalla traversa.

Superata l’ora di gioco gli atessani si rilassano un po’ troppo presto e iniziano a subire la timida reazione degli squali, che rientrano in gara al minuto 68, grazie a Silvio Di Pasquale, su gentile concessione di Luciani, autore di uno svarione difensivo decisivo per permettere al centrocampista locale di siglare quello che è il suo terzo gol stagionale.

Improvvisamente, parte un black out totale degli atessani e i volenterosi ragazzi di mister Cozzolino riescono addirittura ad accorciare ulteriormente le distanze al minuto 73, con il beffardo calcio piazzato di Benini, battuto da oltre 35 metri: il centrale difensivo scodella al centro battendo la punizione che, tecnicamente, doveva essere di seconda; la sfera arriva nel cuore dell’area e un giocatore villese, in posizione sospetta, tenta di colpirla di testa, non riuscendoci; però, l’involontario velo mette fuori causa Forlani, che non riesce ad intervenire ed è scavalcato dal pallone, che finisce in fondo al sacco tra le proteste degli ospiti.

Con il secondo gol dell’Atletico, il timore di un’ennesima rimonta subita dall’Atessa inizia a crescere e gli ospiti soffrono più per le proprie paure che per gli effettivi attacchi dei padroni di casa.

In pieno recupero, al minuto 93, a mettere la parola fine e per togliere ogni dubbio, Vasiu si riporta il pallone a casa griffando un memorabile hattrick nella prima partita di campionato con la maglia dell’Atessa, sfruttando a pieno un’azione di contropiede.

Finisce con il poker atessano, dunque, buono per alimentare le speranze di rimonta, dato che, adesso, la zona play off è distante cinque punti, anche se Domenica prossima si torna al Fontecicero nell’ultimo impegno prima della pausa natalizia, in un’altra sfida delicatissima e difficilissima contro il sorprendente neo promosso Palena, ora al secondo posto in classifica.

 

Bobo Ianni

Contatti

redazione@valsangro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK