Rimani sempre aggiornato sulle notizie di valsangro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Il punto sul campionato

La sintesi della 13 giornata del girone B di Prima Categoria

| di Bobo Ianni
| Categoria: Sport | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

IL PUNTO SUL CAMPIONATO

Tredicesima giornata nel girone B di prima categoria che vede, purtroppo, due gare rinviate per dei gravi lutti improvvisi, ovvero il big match tra la capolista Athletic e il Fresa e quello del Zappacosta, dove Casalincontrada e Real Casale recupereranno il 29 dicembre.

L’inaspettato, ma doveroso, stop del Lanciano favorisce la Virtus Ortona, che espugna comodamente Celenza e si porta momentaneamente in testa al raggruppamento, nonostante la truppa di Brettone conti qualche assenza: il risultato non viene mai messo in discussione se non nelle battute iniziali, poi Giammarino apre le danze intorno alla mezzora e Grossi, qualche minuti più tardi, mette in ghiaccio la sfida, unica vittoria esterna di giornata; nella ripresa, Pantalone e Di Gregorio arrotondano il risultato e rendono ancora una volta la domenica amara ai trignini, sempre penultimi e in caduta libera.

Al terzo posto ora diventano quattro le formazioni a contendersi la piazza. Il Palena deve impegnarsi più del previsto per avere la meglio sul fanalino di coda Atletico che, con il neo acquisto Rapino, riesce a chiudere il primo tempo sul pari, dopo che Di Falco aveva portato in avanti i padroni di casa; nella ripresa, però, gli squali cedono dopo 10 minuti alla pressione biancoazzurra, per effetto della rete di Scarci; nel quarto d’ora finale, mister De Vitis inserisce il sempreverde Gaetano Tonti e quest’ultimo lo ripaga timbrando una doppietta che dimostra ancora una volta il talento cristallino di questo giovane quarantacinquenne.

Il Pretoro non molla e continua a vincere tra le mura amiche dell’Amoroso, ancora una volta con l’ormai consueto 2-1 che, curiosamente, si materializza per la quarta volta in stagione, addirittura per la terza volta consecutiva in casa: stavolta, a farne le spese, il Palombaro di Padolecchia che, nonostante i nuovi arrivi (ultimo quello di Carunchio dal Piazzano) non riesce a risalire la china, incappando nella quinta sconfitta consecutiva che continua a risucchiarlo nelle zone pericolose della classifica; decidono il match i due bomber D’Alessandro, al 56’, e Blasioli, al 71’, con i lupi che restano anche in inferiorità numerica (espulso Liberati) ma tengono botta e portano a casa la vittoria; il forcing finale dei gialloblù produce solo la rete della speranza firmata da Schieda, al 76’, e poco più.

Nel big match di giornata, torna a sorridere l’Atessa, vittoriosa al Fontecicero sull’ottimo Roccaspinalveti: gara giocata bene dagli ospiti nel primo tempo, ma nella ripresa i draghi cominciano a far viaggiare il pallone e trovano il meritato vantaggio al minuto 70 con l’inzuccata di Pierri, ai saluti finali (passerà molto probabilmente al Fossacesia questa settimana); buono l’esordio dell’esperto numero 1 atessano, Giovanni Forlani, che si prodiga in un grande intervento su una punizione di Della Penna nel primo tempo.

L’Atessa sale a quota 17 e può respirare una boccata di aria buona, mentre il Roccaspinalveti è costretto allo stop dopo tre vittorie consecutive, restando comunque a stretto contatto con la capolista. Cade anche la Tollese di mister Pasquini, che si fa rimontare dai padroni di casa del Rapino: biancorossi già in vantaggio al 2’ con bomber Aielli ma ci pensa Della Valle, al 21’, a riportare la partita in equilibrio; il secondo tempo è giocato a viso aperto da entrambe le parti e la contesa rimane dall’esito incerto fino all’ultimo minuto; proprio nell’ultimo assalto locale, al 94’, il centrale difensivo col vizio del gol, Giovanni Ferrara, trova uno stacco imperioso e inchioda il risultato in favore dei suoi. Per il numero 5 rapinese è la quarta rete stagionale, la seconda consecutiva, quasi tutte decisive ai fini della classifica neroverde, che adesso è migliorata e può contare su un margine di cinque punti dalla zona play out.

Chiude il quadro di questa giornata mozzata, la sfida del Di Vittorio tra Scerni e San Vito, con i rossoblù del presidente Roberto Lazzaro che tornano a vincere dopo tre turni grazie alla marcatura nei minuti finali di Mattia Lammanda, match winner di giornata e giustiziere di mister Staniscia, colpito e affondato ancora una volta in trasferta, dove i biancoazzurri faticano tremendamente a conquistare punti. il San Vito, inoltre, riposerà nel prossimo turno, cosa che ha fatto il Paglieta in questa manche.

 

Bobo Ianni

Contatti

redazione@valsangro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK