Rimani sempre aggiornato sulle notizie di valsangro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Leone e Di Girolamo abbattono l'Atessa a Tollo

Quarta sconfitta stagionale per i rossoblù, con la vetta che continua ad allontanarsi

| di Bobo Ianni
| Categoria: Sport | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

TOLLESE ATESSA M.T. 2-1

Non c’è luce in fondo al tunnel in casa Atessa, con la formazione rossoblù uscita sconfitta anche dalla trasferta del “Di Pillo”, in casa di una buona Tollese.

Eppure, dopo il colpo esterno di Palombaro, l’Atessa era in fase di risalita nonostante il pareggio beffa con il Fresa di domenica scorsa, ma nulla ha potuto di fronte ai biancorossi di mister Pasquini, che colgono la quinta vittoria su altrettante gare interne.

Mister Farina ha diverse opzioni anche perché il mercato, appena aperto, ha portato alla corte dei rossoblù ben quattro nuovi elementi: il tecnico atessano sceglie un ordinario 4-4-2 con Cericola tra i pali; d’Ortona, Vitullo, capitan Zinni e il neo acquisto Dario Luciani, classe 1985, proveniente dall’Ortona; Pili e Caruso interni di un centrocampo che prevede altri due nuovi innesti sulle fasce, ovvero il giovane Stefano Rossi, classe ’97, ex Casalbordino, e il rientrante Moreno Del Roio, appena tornato dall’esperienza in maglia dei cugini della Val di Sangro; in avanti, ancora una volta Pierri e Russi, con Bucceroni che si accomoda in panca, dove figura anche un altro neo arrivato, il difensore Massimo Di Sante, via Casalbordino.

La gara non decolla e le emozioni saranno tendenzialmente poche, con i padroni di casa molto aggressivi e rapidi nelle ripartenze e gli ospiti che tentano di far gioco ma risultano poco lucidi in zona offensiva, come spesso capitato, finora, in questa balorda stagione.

Dopo i primi minuti di stallo è la punta di casa Aielli a rompere il ghiaccio, raccogliendo un lancio profondo di Perfetti e girando in rete sul primo palo, trovando, però, il riflesso di Cericola che devia in angolo.

Un minuto più tardi arriva la risposta atessana con Del Roio che lascia partire un cross dalla sinistra; Pierri fa da torre per l’accorrente Rossi, il quale buca clamorosamente il pallone da ottima posizione, vanificando il ben fatto.

Al 13’ è Iarlori a bussare dalle parti di Cericola, sfruttando il lavoro del compagno di reparto Aielli, ma la sua battuta esce a lato. L’estremo di casa, da qualche minuto, cominciava ad accusare un riacutizzarsi di un problema al ginocchio, che lo porterà ad alzare bandiera bianca all’intervallo.

Dall’altra parte, il direttore di gara, il signor Dumea di Sulmona, invalida la marcatura di D’Ortona, su schema d’angolo, poiché Pierri mette in mezzo per il suo difensore quando il pallone ha già varcato interamente la linea di fondo.

Con il passare dei minuti la gara scende d’intensità e le occasioni latitano, complice la posta in palio e il nervosismo costante del match, non favorite certo dal metro di giudizio del fischietto sulmonese, spesso criticato da entrambe le contendenti.

Il primo tempo sembra scivolare senza emozioni verso il parziale ad occhiali, ed invece la Tollese trova il vantaggio al minuto 42: da un rilancio dalle retrovie, la difesa atessana si lascia sorprendere troppo alta; Iarlori vince un rimpallo e scappa via sulla destra per poi crossare sul secondo palo; l’esterno Davide Leone si fa trovare puntuale all’appuntamento con il gol e, da pochi passi, spinge il pallone che vale il vantaggio biancorosso, con cui si chiude il primo tempo.

Essendo passata a condurre, la Tollese gestisce la ripresa con esperienza, giocando tanto con il cronometro e spezzettando ad ogni occasione il gioco, tanto che, il tempo effettivo della seconda frazione di gara sarà davvero poco. L’Atessa, invece, prova in ogni modo di raddrizzare la partita ma in maniera inefficace, svegliandosi quando ormai è troppo tardi.

Protagonisti indiscussi sono i calci piazzati, quindi, e questo è un invito a nozze per l’esperto tollese Stefano Di Girolamo. Il centrocampista biancorosso comincia a prendere le misure al 7’ con la botta dal limite che sorvola i legni atessani. Lo stesso ci riprova al 10’ e stavolta è la traversa ad impedirgli la gioia del gol dopo una grande esecuzione da distanza ragguardevole.

È buono il terzo tentativo del numero 10 di casa, al minuto 66, quando la traiettoria perfetta scavalca la barriera infilandosi proprio nell’angolo dove il giovane esordiente William D’Amico (che, come detto, aveva sostituito Cericola ad inizio tempo) non può arrivare. Raddoppio biancorosso e gol numero sette in campionato per Di Girolamo.

Botta tremenda per i rossoblù, con un doppio svantaggio da recuperare e il tempo che continua a diminuire. La risposta arriva alla mezzora con l’apertura di Del Roio su Pierri, il quale gioca di sponda per D’Ortona che sparacchia alto.

Al 79’ si fa vedere il subentrato Bucceroni, che scambia con Pierri e sfodera una gran botta al volo, dall’altezza del dischetto, che finisce al di sopra del montante.

Il momento positivo dei draghi sfocia nel gol della speranza che arriva al minuto 86 grazie al solito guizzo di Pierri, il quale trasforma in rete il suggerimento dalla trequarti di Caruso.

Il gol atessano da il via al forcing finale degli ospiti che, in pieno recupero, vanno vicinissimi al pareggio in due occasioni, entrambe le volte con lo stesso Pierri: al 93’ Bucceroni prolunga di testa a centro area pescando il compagno di reparto, che si esibisce in una gran girata con il pallone che fischia a qualche centimetro dal palo; nell’ultima occasione del match, al 95’, invece, la punta ex Piazzano si ritrova il pallone da zero metri, dopo una rimessa corner di Pili spizzata da De Cillis (che protesta anche per essere stato cinturato); la sfera arriva quindi al numero 11 che calcia forte ma proprio addosso al corpo dell’estremo di casa Ciccotelli, che blocca e legittima, di fatto, la vittoria della Tollese sull’Atessa.

Per mister Pasquini resta il punteggio pieno tra le mura amiche, mentre mister Farina deve incassare la quarta sconfitta stagionale, terza in sei trasferte, decisamente troppe per una formazione costruita per stare in posizione molto ben più onorevoli dell’attuale decimo posto.

 

Bobo Ianni

Contatti

redazione@valsangro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK