Rimani sempre aggiornato sulle notizie di valsangro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Atessa, risarcito operaio che si fece pipì addosso

| di Ansa Abruzzo
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Il giudice del lavoro di Lanciano, Cristina Di Stefano, ha condannato la Sevel di Atessa per aver impedito ad un suo lavoratore fu impedito di andare al bagno, provocando così che l’operaio si facesse la pipì addosso. Il risarcimento per danni all'immagine è stato quantificato in 5 mila euro. I fatti sono avvenuti il 7 febbraio 2017, quando al dipendente fu possibile solo due ore dopo andare a cambiarsi nello spogliatoio. Il suo legale, l'avvocato Diego Braccioli, spiega "Al dipendente è stato arrecato un concreto e grave pregiudizio alla dignità personale, onore reputazione, dal momento che è stato visto dai colleghi di lavoro con i pantaloni bagnati per essersi urinato addosso. E' sempre stato un lavoratore esemplare e non ha mai avuto un richiamo". L'Unione Sindacale di Base dice "La dignità dei lavoratori non si tocca.    Il Tribunale di Lanciano ha accolto il ricorso del lavoratore che non è stato autorizzato all'abbandono della postazione di lavoro per recarsi ai servizi, condannando quindi la Sevel Spa di Atessa a corrispondere un giusto risarcimento del danno"

Ansa Abruzzo

Contatti

redazione@valsangro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK