Rimani sempre aggiornato sulle notizie di valsangro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Il punto sul campionato

la sintesi della 24 giornata del girone B di 1 categoria

| di Bobo Ianni
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

IL PUNTO SUL CAMPIONATO

Giornata numero 24 nel girone B di prima categoria. Altro importante passo verso la promozione per la capolista Virtus Ortona che, tra le mura amiche, non ha problemi a sbarazzarsi del fanalino Atletico Francavilla, nel più classico dei testacoda: i gialloverdi di mister Brettone calano il poker grazie alle reti della coppia gol più prolifica del raggruppamento, ovvero Giovanni Bolognini, autore di una splendida tripletta (l’unica di giornata) che lo porta a quota tredici in stagione, e Antonio del Peschio, sempre capocannoniere del girone con venti gol, anche se il suo bottino personale sarebbe potuto aumentare se non avesse sbagliato un calcio di rigore al 17’ del primo tempo. Poco male, perché, dopo lo 0-0 con cui si chiude la prima frazione, nella ripresa l’Ortona dilaga e scappa via, approfittando del turno di riposo della diretta concorrente Athletic Lanciano, distante adesso nove punti. Secondo pareggio consecutivo per l’Atessa che mette in scena una bellissima battaglia con la vicina Paglieta, uscendo indenne nel campo più ostico di questo girone nel big match di giornata. Dopo un avvio equilibrato, gli ospiti sbloccano la gara al 24’ con Del Roio ma, in 4 minuti, il Paglieta ribalta il parziale in proprio favore con il solito Dino Di Campli, che dapprima pareggia con un eurogol dalla distanza, e poi firma il sorpasso dal dischetto; nella ripresa, però, i rossoblù assediano la retroguardia locale e trovano il meritato pareggio al minuto 84 ancora con Del Roio, in acrobazia; nelle battute finali, inoltre, l’Atessa centra una traversa con Bucceroni. Primo pareggio interno per il Paglieta, che resta al quarto posto, un punto dietro proprio agli atessani, sempre terzi a tre lunghezze dal secondo posto, appannaggio dell’Athletic. In quinta posizione è stabile il Rapino che, nel derby teatino con il Casalincontrada, impatta per 1-1 in un match molto divertente: davanti a circa 300 tifosi presenti allo Zappacosta, il primo tempo si chiude a reti inviolate, nonostante numerosissime occasioni da entrambe le parti; dopo pochi minuti della ripresa, il direttore di gara, molto contestato, estrae il rosso diretto al casalese Malandra per proteste, lasciando i gialloblù in inferiorità numerico per oltre 40 minuti; eppure, sono proprio i padroni di casa che, in contropiede, trovano il vantaggio grazie a Lolli. il Rapino reagisce ma sbatte ripetutamente sull’estremo locale Esposito, che para tutto quello che può ma è costretto a capitolare a dieci dal termine, quando Ferrara riesce a gonfiare la rete tra le veementi proteste locali per una presunta posizione irregolare; l’arbitro allontana anche mister Bonelli nell’occasione e convalida il pareggio con il quale si chiude il derby. Torna a sorridere la Tollese dopo due sconfitte consecutive, andando ad espugnare il  San Lorenzo, fortino del Fresa: gli ospiti passano a condurre nel terzo minuto di recupero del primo tempo, con l’esperto Di Girolamo, freddo dagli undici metri. ad inizio ripresa, Aielli chiude virtualmente il match, in parte riaperto, nel finale, da Madonna, anche se il gol arriva troppo tardi e non intacca l’esito finale. Per mister Pasquini è la quarta vittoria esterna di questa stagione, un successo che mancava, in trasferta, dal 13 gennaio (0-1 a Scerni). Resta a contatto con il treno play off anche il Palena, protagonista di una bella rimonta in quel del Tommaso Verì, tana del San Vito: i biancoazzurri del presidente Catenaro, grazie ad un grande avvio di gara, conducono per 2-0 dopo appena venti minuti per effetto delle frecce nere Manneh, al 12’, su calcio di rigore, e Sanyang, che di testa sfrutta un corner al 21’; gli ospiti non stanno a guardare e reagiscono dopo poco con il tap in da pochi passi di Liberatore. Nella ripresa, poi, il Palena tenta il tutto per tutto e, tra gli altri, mister De Vitis getta nella mischia il sempreverde Gaetano Tonti, il quale, al minuto 98, nell’ultimissimo assalto, corregge in rete con il tacco un precedente tiro di Di Falco e regala il pareggio ai suoi. Grossa soddisfazione e ennesima dimostrazione di qualità e professionalità per questo giocatore classe 1973. Un punto a testa al Di Vittorio di Scerni tra la truppa del presidente Lazzaro e i biancoverdi di Pretoro: gli ospiti si portano in avanti con Galasso al quarto d’ora, i padroni di casa rispondono a metà ripresa con Farina. Un pareggio che fa bene ad entrambe in chiave salvezza, ormai conquistata se non aritmeticamente: i rossoblù tornano a muovere la classifica dopo tre sconfitte consecutive, mentre i lupi tornano a fare punti in esterno dopo una serie negativa di otto trasferte perse di fila. La copertina di giornata se la prende il Palombaro di mister Padolecchia che, con la vittoria odierna sul Roccaspinalveti, ha totalizzato dieci punti nelle ultime quattro gare, risalendo la china e tirandosi definitivamente fuori dalla zona calda. Il 2-0 sui roccolani, ormai fuori dai discorsi play off, vede un gol per tempo: nonostante i gialloblù restino in dieci per l’espulsione del centrale Di Natale, riescono a passare in vantaggio con Zekthi, alla mezzora, che segna per la seconda gara consecutiva; nel finale di match, dopo il ritorno infruttifero dei biancoverdi, i locali chiudono i conti con l’eurogol di Margarita a pochi minuti dallo scadere. A chiudere questa giornata ricca di spunti, c’è anche il successo del Real Casale, vittorioso sul proprio terreno nello scontro salvezza con il Trigno Celenza: un 2-0 senza storie in favore dei giallorossi, in rete con Maccione e Di Giacomo; la formazione di mister Di Martino, dopo un lungo periodo nero, si sta riassestando, come dimostrano i sette punti nelle ultime tre gare, che hanno riportato il Real in corsa addirittura per la salvezza diretta, anche se il San Salvo, quartultimo, dista ancora otto lunghezze. Notte fonda per i trignini, invece, che in trasferta hanno conquistato un solo punto, nella prima giornata di campionato, il lontano 16 settembre scorso, a Francavilla.

Settimanale a cura di BOPERDUE

Bobo Ianni

Contatti

redazione@valsangro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK