Rimani sempre aggiornato sulle notizie di valsangro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Atessa: la giunta approva le agevolazioni per la refezione scolastica

Cinalli “Previsti ulteriori sgravi per la famiglie numerose”

| di Redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

ATESSA - Approvate le agevolazioni per la refezione scolastica anche con particolare attenzione alle famiglie numerose e a quelle con ISEE basso, questo alla base delle scelte della giunta comunale.

Nuovo piano tariffario introducendo l’ISEE base del criterio della progressività per la determinazione delle tariffe della mensa scolastica, l’Amministrazione individua le agevolazioni a vantaggio delle famiglie con più figli o con figli diversamente abili, per i quali è prevista l’esenzione. A partire dalla fascia ISEE compresa tra i 7.201 euro e i 12.000, per il secondo figlio viene prevista una riduzione del 20%; per il terzo figlio, che usufruisce del servizio, la riduzione sale al 50 per cento. E' totale, dal quarto figlio.

Nel dettaglio:

 

FASCIA ISEE

TARIFFA BASE PRIMO FIGLIO DELIBERA G.C.

N.172/2018

 

SECONDO FIGLIO

 

TERZO FIGLIO

 

 

RIDUZIONI

TARIFFA

RIDUZIONI

TARIFFA

 

 

Perc.

euro

 

Perc.

euro

 

€ 5.200,01 - € 7.200,00

€ 2,00

0%

€ 0,00

€ 2,00

50%

€ 1,00

€ 1,00

€ 7.200,01 - € 12.000,00

€ 2,50

20%

€ 0,50

€ 2,00

50%

€ 1,25

€ 1,25

€ 12.000,01 - € 18.000,00

€ 3,00

20%

€ 0,60

€ 2,40

50%

€ 1,50

€ 1,50

€ 18.000,01 - € 24.000,00

€ 3,50

20%

€ 0,70

€ 2,80

50%

€ 1,75

€ 1,75

OLTRE € 24.000,01

€ 4,00

20%

€ 0,80

€ 3,20

50%

€ 2,00

€ 2,00


"La rimodulazione delle tariffe e l’introduzione dell’ISEE, Indicatore della Situazione Economica Equivalente, rappresenta – dichiara il vicesindaco Federica Cinalli, assessore al Bilancio - un efficace strumento per consentire ai contribuenti a basso reddito di accedere a prestazioni sociali e servizi di pubblica utilità a condizioni agevolate ed è uno strumento di welfare che tiene conto non solo della situazione patrimoniale e del reddito, ma anche della composizione del nucleo famigliare."

"Con i nuovi parametri progressivi, nessuna famiglia contribuisce per intero al costo del servizio, mentre lo fa in ragione del proprio patrimonio, del reddito e della composizione del proprio nucleo famigliare: la compartecipazione dell’intera Comunità al costo del servizio va da un minimo dello 8,26% ad un massimo del 100% (per coloro che beneficiano dell’esenzione totale). Le riduzioni del 20% per il secondo figlio e del 50% per il terzo figlio rappresentano - aggiunge ancora Cinalli - una ulteriore agevolazione per le famiglie numerose, rispetto a quanto già previsto attraverso la presentazione del modello ISEE.

"Bisogna, inoltre, considerare che nella Scuola Primaria la mensa è un servizio che risponde a scelte didattiche ed esigenze delle famiglie (settimana corta) e che viene accolto dall’Ente sulla base della possibilità di quest’ultimo a sostenerne l’organizzazione e la spesa complessiva. La nuova tariffazione - conclude il vicesindaco - verrà applicata a partire da gennaio 2019. Invitiamo, pertanto, le famiglie interessate a produrre la documentazione entro i termini previsti negli appositi avvisi, che pubblicheremo a breve, in modo che possano beneficiare delle agevolazioni previste".


 

Redazione

Contatti

redazione@valsangro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK