Rimani sempre aggiornato sulle notizie di valsangro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

L’Anffas Atessa festeggia i primi 18 anni insieme

"Andare avanti per disegnare un futuro per i propri figli"

| di Francesca Stefano
| Categoria: Associazioni
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

ATESSA – Una festa degna di un 18° compleanno per l’Anffas Atessa Centro Desolina, un traguardo da celebrare guardando avanti e continuando a disegnare quel futuro per i propri figli.

Domenica il pranzo sociale, così l’associazione che riunisce le famiglie e ragazzi con disabilità ha celebrato questa occasione come il punto di arrivo di un percorso iniziato da tempo, grazie alla forza e alla volontà di mamme, papà e volontari che in questi anni si sono dati da fare per costruire una famiglia capace di accogliere. 

Mai da soli, perché insieme è più facile affrontare le continue difficoltà, quasi commosse le parole del Presidente Marco Cicchitti e dei genitori che hanno ricordato il percorso che li ha portati fino alla maggiore età. “Siamo partiti in pochi e siamo cresciuti nel tempo - spiega il presidente -  18 anni sono un grande traguardo, ma ora dobbiamo partire per fare tanto ancora. Serve l’appoggio di tutti per poter lavorare e dare un futuro ai nostri figli perché questo futuro dobbiamo crearlo insieme a voi. ‘Non vi chiediamo di risolvere tutti i nostri problemi, ma vi chiediamo di non lasciarci soli ad affrontarli’ questo il nostro motto per continuare a fare tanto, affinché i nostri figli abbiano un futuro che non sia di integrazione, ma di vera inclusione”.

Molti gli obiettivi raggiunti dall'associazione che opera sul territorio, attività diverse come i laboratori creativi e le numerose iniziative. Il coro La Rosa Blu, fondato nel 2011, ha dato voce e sorrisi ai ragazzi, fieri con il microfono in mano su di un palco che li attende. Dalla musicoterapia e fino al progetto più recente del nuovo laboratorio Solidale La Libellula, progetto che vede i ragazzi impegnati in attività manuali e nella realizzazione di oggetti fatti a mano. Queste le tappe di un viaggio, in alcuni casi anche faticoso, ma che ha regalato molto a ragazzi e genitori, così come ai numerosi volontari che hanno dato il proprio sostegno.

La maggiore età e con un’idea più ampia di inclusione sociale, tra gli obiettivi anche quello di creare una grande rete su tutto il territorio, volontà accolta dai Sindaci di alcuni Comuni della Val di Sangro presenti per l'occasione. A prendere la parola anche il Sindaco di Atessa Giulio Borrelli “18 anni sono una tappa fondamentale nella vita dei singoli e nella vita delle famiglie, un traguardo importante per tutti voi e importante per tutti noi.”, il primo cittadino ha ricordato la vicinanza a partire dalle più recenti manifestazioni, rinnovando il sostegno per il futuro nei confronti di quella che è ormai una vera famiglia allargata.

Un percorso che ha visto anche l'appoggio di altre realtà associative come il Rotary Club, così come anche la Bcc Sangro Teatina a cui va il ringraziamento per la vicinanza in questi anni. 

Occasioni come queste rafforzano lo spirito e la tenacia di chi ha creduto in un progetto e che continua a fare sempre di più, l'obiettivo è quello di garantire un futuro sempre sereno e di creare, giorno per giorno, una comunità capace di accogliere e di aiutare tendendo una mano.

Francesca Stefano

Contatti

redazione@valsangro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK