Rimani sempre aggiornato sulle notizie di valsangro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Arte, musica e poesia per 'Le Officine Culturali' in Abruzzo

Il progetto, allo scopo di valorizzare le risorse della regione, curato dall'associazione 'ConventiAmo' di Atessa

| di redazione
| Categoria: Appuntamenti
STAMPA

Le Officine Culturali, con la grande arte, la musica e la poesia di ospiti di caratura internazionale, hanno iniziato a coinvolgere alcuni dei luoghi più belli d’Abruzzo.

Il progetto, ideato otto anni fa dai giovani dell’Associazione “ConventiAmo” di Atessa, nasce dalla volontà di valorizzare l’Abruzzo, terra meravigliosa dalle molteplici potenzialità, a volte inespresse, e di salvaguardare e promuovere un luogo fertile e ricco di storia, cultura e riti antichi da condividere con il resto del mondo. Chi vive a stretto contatto con la bellezza, spesso la ignora o la dà per scontata. Mossi da questa consapevolezza e dall’intenzione di contribuire alla costruzione della coscienza culturale del territorio, i giovani dell’Associazione ConventiAmo hanno coinvolto non solo i coetanei del paese, ma anche quelli appartenenti ad altre culture.

Ventiquattro giovani artisti selezionati, infatti, arriveranno dalle accademie più prestigiose di varie parti d’Italia, Corea, Russia, Cina e Belgio per partecipare a Le Officine Campus, masterclass internazionale di musica nonché progetto di educazione e formazione per giovani musicisti. Il Campus persegue l’obiettivo di creare un laboratorio in cui musicisti di livello mondiale trascorrono una settimana a stretto contatto con maestri d’eccellenza.

Il centro storico di Atessa, dal 5 al 12 agosto, si trasformerà in un palcoscenico naturale ospitando i corsi nei luoghi più affascinanti e artisticamente interessanti della città, Teatro Comunale “A. Di Jorio”, Ex Chiesa di San Pietro (Fondazione MuseAte), Chiesa di San Domenico, Chiesa della Cintura, e offrendo uno spettacolo mai visto ai residenti. Vasto (sabato 3 agosto c'è stato il primo evento), Tornareccio (8 agosto) e Casoli (10 agosto) saranno altre tappe, oltre a quella di Atessa (9 agosto), di un programma che si annuncia imperdibile.

Il progetto gode del sostegno di quattro partner importanti: l’Associazione Eikòn di Vasto, ideatrice di Art in the Dunes, l’Associazione Amici del Mosaico Artistico di Tornareccio, curatrice del museo a cielo aperto fatto di mosaici, il Comune di Atessa e la Fondazione MuseAte, il Comune di Casoli.

redazione

Contatti

redazione@valsangro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK