Rimani sempre aggiornato sulle notizie di valsangro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

'Stills of Peace' apre le porte all'Iran: tappa al Castello di Roccascalegna

Da domenica 14 luglio l'evento promosso in Abruzzo dalla Fondazione Aria

| di redazione
| Categoria: Appuntamenti
STAMPA
da siviaggia.it

'Stills of Peace and everyday Life', alla sua sesta edizione, apre le porte all'Iran, Paese con una cultura millenaria dove la dimensione spirituale si intreccia costantemente nelle architetture, nell'immaginario, nel paesaggio, nelle tradizioni.

Il progetto internazionale 'Stills of Peace' nasce per promuovere la reciproca conoscenza tra l'Italia e un Paese del mondo attraverso l'arte e la cultura contemporanea. Per il 2019 la Fondazione Aria, grazie all'impegno dei partner e dei suoi sostenitori pubblici e privati, ha prodotto due mostre d'arte contemporanea, una mostra di fotografia dedicata al paese ospite, un cortometraggio per la nuova sezione 'Stills of Peace for Young' e la rassegna Cine Iran, dedicata al cinema iraniano in lingua originale con sottotitoli in italiano.

"Stills of peace" propone una "ricerca del senso del contemporaneo", cerca di offrire occasioni per capire e capirsi, per tentare di conoscere in profondità le culture attraverso l'espressione artistica, proponendo un confronto non solo di tipo estetico, ma possibilmente capace di far cogliere la bellezza profonda di storie, ambienti, narrazioni che appartengono all''altro'.

La 'Maratona del Contemporaneo' (MA.CO.) si è tenuta dal 6 all'8 luglio nel Palazzo Acquaviva di Atri, mentre l'evento 'Paesi e paesaggi della lana' sarà ospitato dal 14 luglio nel Castello di Roccascalegna. Fino al 3 novembre, sempre a Roccascalegna, spazio a "Countries, Landscapes & Wool - Lucilla Candeloro e Jenny Charlotta Wood" a cura di Klas Barthelsson e Antonio Zimarino: mostre, incontri e conferenza su Italia, Iran e Scozia con inaugurazione il 14 luglio alle 18:30.

L'Abruzzo si è distinto nella produzione della lana per molti secoli, specie tra XIV e XIX; lo stesso si può dire dell'Iran, ma anche della Scozia nel Regno Unito. "Countries, Landscapes & Wool" propone un momento di riflessione sull'arte e la cultura di questi Paesi rispetto alla produzione e lavorazione della lana, ma anche delle lavorazioni storiche per i tessuti tradizionali: tappeti persiani, stoffe scozzesi, tessuti e coperte abruzzesi. Lo sguardo di Lucilla Candeloro e Jenny Charlotta Wood si concentra su paesaggi che un tempo furono modellati dalla costante attività agricola e pastorale che ha impresso una forte identità nelle popolazioni.

Fonte Ansa

redazione

Contatti

redazione@valsangro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK