Rimani sempre aggiornato sulle notizie di valsangro.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Pallanum: tra storia, natura e gusto

| di Francesca Torriero
| Categoria: Ambiente
STAMPA

Se un giorno per sbaglio, ci si dovesse svegliare in questo luogo, potremmo tranquillamente pensare di essere tornati indietro nel tempo e invece ci troviamo a due passi da casa nostra, immersi in una natura suggestiva, quasi fiabesca: Monte Pallano o Pallanum.

Il sito romano fortificato, con mura megalitiche, risalente al VI – IV secolo a. C., è gestito da Ivana, Patrizia e Pina, che all’occorrenza si avvalgono del supporto di altre figure lavorative specifiche, a seconda delle attività da svolgere.

Le incontro una fredda mattina di inizio Novembre, nella sede della cooperativa, “Gaia”, a pochi chilometri dal sito archeologico, mentre attendono l’arrivo di una scolaresca che seguirà una lezione di educazione ambientale, essendo Centro di Educazione ambientale, e successivamente un’escursione guidata all’area archeologica. La loro esperienza è ormai ventennale, ed è proprio grazie alla loro intraprendenza, che, questo sito, è divenuto conosciuto in tutto il mondo: infatti hanno collaborazioni sia con il CAI, sia con università straniere come la Oxford University e l’università di Oberlin ( U.S.A. ), che insieme hanno costituito la Sangro Valley Project, con lo scopo di promuovere l’area e garantirne la salvaguardia.

Purtroppo però, la bellezza dei luoghi, la storia millenaria e la natura non bastano per mantenere e gestire questo patrimonio tutelato anche dalla Soprintendenza per i beni archeologici dell’Abruzzo. Così nasce in loro l’idea di cambiare la concezione di cibo in cultura alimentare, ristorando i visitatori, anche vegetariani, vegani e celiaci, con prodotti a chilometro zero, o comunque sempre tipici del territorio, e accogliendoli in una tipica locanda, il Ristoro dei Paladini, ricca di richiami alle tradizioni: lo scopo di questa attività è dare la possibilità a tutti di partecipare a questa iniziativa chiamata “ Adotta le Mura”; inoltre è possibile acquistare un cofanetto solidale di dolci dai sapori antichi, al grano di Solina,  alla liquirizia e al farro e tartufo, chiamato Pietre di Pallano, sia direttamente in sede, sia presso negozi associati e sia tramite Internet sul sito di food discovery.

Ivana, Patrizia e Pina saranno liete di darvi tutte le informazioni che desideriate e ci ricordano che questo patrimonio è di tutti e pertanto spetta anche a noi impegnarci per valorizzarlo.

Per info: www.gaiamontepallano.it

Francesca Torriero

Contatti

redazione@valsangro.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK